Trajectory

Solo Exhibitions

2020 – Nel lieve sovrapporsi di cielo e terra, Piramidón, Barcelona (Spain)
2020 – Skins, Errant Festival, Sant Feliu de Barruera (Lleida, Barcelona)
2019 – Refugium, refugia, MuME – Exile Memorial Museum of La Jonquera (Spain)
2018 – On the Border, La Capella, Barcelona (Spain)
2017 – Art and memory – On the border, MUME – Exile Memorial Museum of La Jonquera (Spain)
2017 – It wasn’t the sun, Trama gallery, Barcelona (Spain)
2016 – (Un)refuges, Roman Temple, Vic (Spain)
2016 – (Un)refuges 1936/2016, Cànem Gallery, Castellón de la Plana (Spain)
2013 – Under Construction – Two artist show at Espai M, La Escocesa, Barcelona (Spain)
2008 – Remote locations, Contrast gallery, Barcelona (Spain)

Selected group exhibitions

2019 – Art and Nature (4 artists), La Panera, Lleida (Spain)
2018 – Delicartessen 17 – Galería Esther Montoriol, Barcelona (Spain)
2018 – KAK #01 – La Bañera Studio, Sevilla (Spain)
2017 – Venien de lluny, Piramidón Contemporary Art Centre, Barcelona (Spain)
2015 – The Wall 4 – Mutuo Art Center, Barcelona (Spain)
2015 – Recomptes (Re-counting) – Sicart Gallery, Vilafranca del Penedès (Spain)
2014 – Recomptes (Re-counting) – Cànem Gallery, Castellón de la Plana (Spain)
2014 – Artificialia – Cyan Gallery, Barcelona (Spain)
2014 – Seeking Space – The Active Space, New York (USA)
2014 – Outskirts – Casa Elizalde, Barcelona (Spain)2013 – Different Pulses I, Cividale del Friuli (Udine, Italy)
2012 – Fresh!, The Private Space, Barcelona (Spain)
2012 – Delicartessen 11 – Galería Esther Montoriol, Barcelona (Spain)
2012 – Synthesis, FAD, Barcelona (Spain)
2011 – HFM, H2O gallery, Barcelona (Spain)
2010 – Off Loop, La Escocesa, Barcelona (Spain)
2009 – Àmbit Ricard Canals, Piera (Barcelona, Spain)
2009 – D_Fest 2009, Matadero, Madrid (Spain)
2007 – Aires Nous, Contrast gallery, Barcelona (Spain)
2007 – The rooms of the blue bird, Livesoundtracks, Esperia Tower, Barcelona (Spain)
2007 – People of Poblenou, C.C. Can Felipa (Barcelona, Spain)
2006 – 5ª Vic’s Biennial, Vic (Spain)
2002 – Stanze Aperte, ParmaPoesia 2002, Parma (Italy)
2002 – Polyphonix 4, Centre Pompidou, Paris (France)
2002 – Caffementale, Grottammare (Italy)

Publications

· A la Frontera – Ajuntament de Barcelona Institut de Cultura / Folch, 2108, ISBN 978-84-9156-077-7
· Paratext vol. 1 – Hangar.org, 2016, ISBN 978-84-617-6320-7
· Imprevista n. 3, 2011, Barcelona

Grants

2018 – Art and Nature in creation 2018 – La Panera / CAN Farrera (Spain)
2017 – BCN Producció 2017-18 (offsite project) – La Capella, Institut de Cultura de Barcelona (Spain)
2013 – La Escocesa production grant, Barcelona (Spain)
2012 – La Escocesa production grant, Barcelona (Spain)

Residences

2017 – Piramidón, Barcelona (Spain)
2018 – CAN Farrera (Spain)
2015/2017 – Hangar, Barcelona (Spain)
2005/2015 – La Escocesa, Barcelona (Spain)

Contatta Marco Noris

Puoi visitare Marco Noris a Piramidón, carrer Concili de Trento 313,  08020 Barcellona (Spagna) – Map 

Marco Noris, biografia

Marco Noris (Bergamo, Italia, 1971) vive e lavora a Barcellona, Spagna.

Negli ultimi anni Noris ha sviluppato la sua pratica artistica principalmente nel campo della pittura, dirigendo la sua ricerca in due aree tematiche principali: rovina e memoria storica da un lato (”Il trionfo della disfatta”, ”Refugium, refugia”), e territorio e paesaggio dall’altro.

Dal 2013 il paesaggio è stato un elemento chiave nel suo lavoro, un luogo per il divenire inteso anche come scenario di sconfitta e di transito, come valichi di frontiera e campi di concentramento. La sua ricerca lo ha portato a sperimentare e ad approfondire il suo rapporto con il paesaggio e il territorio attraverso il camminare come pratica estetica e artistica con il progetto ”In frontiera” (2017, premio Barcelona Producció de La Capella) e il più recente “La Entrega, acto I” (2018, premio Art i Natura de La Panera di Lleida insieme al Centre d’Art i Natura di Farrera). Se nel primo Noris ha affrontato la tradizione pleinairista, in “La Entrega” ha abbandonato la mimesis pittorica per abbracciare l’astrazione, la cartografia e la toponomastica, introducendo nella sua pratica nuovi strumenti di documentazione.

Il primo e principale effetto delle lunghe camminate di Noris è stata la trasformazione da fare a essere paesaggio, abbandonando la soggettività del documentarista –un ospite, dopo tutto– per diventare lui stesso paesaggio. Questo abbandono ha definito un cambio di paradigma nella sua pratica: abbandonato il pulpito del dire per il silenzio del sentire.

Il ciclo iniziato nel 2013 ha così il suo compimento nella mostra “Refugium, refugia” (MuME, Museu Memorial de l’Exili, 2019/2020) in cui Noris ha ricreato un’esperienza di grande impatto visivo ed emotivo, combinando la figurazione pittorica con grandi dipinti astratti su carta, risultato del lavoro iniziato con ”La Entrega”.

In Spagna ha esposto a Barcellona (La Capella, Galería Trama, Cyan Gallery, Galería Esther Montoriol, Galería Contrast, Galería H2O, The Private Space, Casa Elizalde, Can Felipa, Galería Sicart, Piramidón, ecc.), a Lleida (La Panera), a Madrid (Matadero), a Castellón (Galería Canem), a Vic (Tempio Romano, 5th Biennale) e nel MuME, Museu Memorial de l’Exili de La Jonquera. All’estero ha partecipato a mostre e festival negli Stati Uniti (New York, The Active Space, 2014), Italia (Different Pulses, 2013 e ParmaPoesia, 2002) e in Francia (Parigi, Centre Pompidou 2002).

Parallelamente alla sua attività artistica, negli ultimi vent’anni ha collaborato a diversi progetti collettivi. Tra il 1998 e il 2002 a Bologna, partecipa a progetti di collaborazione in campo digitale. Nel 2006, già a Barcellona, è stato promotore dell’auto-organizzazione degli artisti del centro d’arte di La Escocesa per la creazione e la gestione di una nuova fabbrica di creazione. Nel maggio 2018 ha co-fondato Fase, centro di creazione e pensiero all’Hospitalet de Llobregat.

Noris è stato un artista residente in La Escocesa (2005/2015) e Hangar (2015/2017). Attualmente ha il suo studio presso la “Piramidón”, centro di arte contemporanea a Barcellona.

Mostre (selezione)